mercoledì , 12 Maggio 2021

STOP AL PARCHEGGIO SEMINTERRATO NELLA PINETA MARRADI: ABBANDONATO IL PROGETTO DA NOI SEMPRE RITENUTO DISTRUTTIVO E FINALMENTE VALUTATE ALCUNE NOSTRE PROPOSTE

Apprendiamo con soddisfazione dalla stampa del ripensamento dell’attuale amministrazione comunale circa il progetto del maxi-parcheggio seminterrato nella Pineta Marradi, in favore di un intervento più soft. Non solo, pare che adesso sia considerata anche una proposta che abbiamo sempre sostenuto e che ci era stata sempre respinta. Ne siamo certamente lieti, per noi quel Progetto è sempre stato “folle”. Ma andiamo per ordine con un minimo di cronistoria, doverosa per ricordare la nostra opposizione.
La storia dell’idea di fare un parcheggio seminterrato nel cuore della Pineta Marradi, stravolgendo questo nostro Patrimonio arboreo, parte da lontano, esattamente dal 2002 con il primo e vero progetto, ma ancora prima se ne parlava frequentemente. E’ una storia che ha attraversato varie Giunte comunali, ma la nostra posizione in merito, fin dal nostro primo insediamento nel Consiglio Comunale, è sempre stata ferma e decisa nel ribadire che anche solo il considerarlo fattibile era impensabile. Impensabile stravolgere il delicato (ed unico) assetto ambientale della Pineta Marradi, impensabile cancellare e ridurre questo nostro patrimonio arboreo nella memoria e neli affetti dei tanti cittadini e turisti. Impensabile anche alla luce del rapporto costi-benefici. Contro questo progetto, nelle varie varianti proposte, ci siamo quindi fermamente opposti in ogni modo, sia in Consiglio Comunale che con varie iniziative. Abbiamo espresso la nostra contrarietà già nel 2015, come dicevamo, appena entrati in consiglio comunale: https://www.rosignano5stelle.it/stopalmostrodicemento-no-al-parcheggio-seminterrato-nella-pineta-marradi/
rilanciando poi nel 2016 il nostro NO proponendo anche una nostra soluzione alternativa, la razionalizzazione dei parcheggi attuali, la modifica della viabilità e il potenziamento dell’uso delle navette gratuite da e per il parcheggio alle Spianate, e una vera riqualificazione. Trovate ampi dettagli sulla nostra proposta qui:
https://www.rosignano5stelle.it/parcheggio-interrato-non-serve-castiglioncello-la-soluzione-alternativa/
Ma niente, ogni nostra proposta è stata respinta. Anzi, nel 2018 è stato nuovamente rispolverato il Progetto, stavolta proposto da un raggruppamento d’imprese, illustrandolo (a cose praticamente decise) ad una conferenza pubblica presso Villa Celestina. Ancora una volta, la nostra contrarietà è stata totale, potete leggere i dettagli qui:
https://www.rosignano5stelle.it/castiglioncello-parcheggio-interrato-confermiamo-la-nostra-contrarieta/ 
Non solo, oltre a rilanciare la nostra precedente proposta, abbiamo portato avanti una ferma opposizione chiedendo che fosse istituito un Referendum sul tema. La parola finalmente ai cittadini! il Regolamento Comunale consente questo strumento di partecipazione, mai usato, quale migliore occasione per dare finalmente voce totale ai cittadini? 
https://www.rosignano5stelle.it/progetto-parcheggio-pineta-marradi-tutti-i-cittadini-devono-potersi-esprimere/
Purtroppo, la nostra richiesta del Referendum fu respinta. Figurarsi. Diciamolo francamente, al netto di qualche assemblea pubblica, peraltro estemporanea e mai inclusiva di tutte le opinioni e limitata ad un numero veramente piccolo di partecipanti, la Giunta precedente mai ha ricercato l’ampio coinvolgimento della cittadinanza, come invece noi volevamo anche in questa circostanza con la proposta del Referendum.
Arriviamo quindi ad oggi, la nuova giunta pare fare retromarcia (finalmente!) e addirittura valuta l’idea da noi sempre proposta in passato dei parcheggi nella zona delle Spianate e servizi navetta potenziati! Vigileremo ovviamente come sempre abbiamo fatto che non ci siano nuovi ripensamenti e sull’effettiva bontà del nuovo progetto. E saremo puntuali, come sempre facciamo, nel darvi ulteriori informazioni. Un’opposizione seria ed intransigente come quella che abbiamo fatto per 5 anni alla fine a qualcosa è servita, almeno in questo caso. Ma, ed è giusto sottolinearlo, nel frattempo sono stati spesi molti soldi dei cittadini in progetti e studi per sostenere un’idea faraonica, assurda, distruttiva che la maggioranza dei cittadini NON ha mai veramente voluto, per il solo desiderio di andare avanti per la propria strada senza ascoltare quest’ultimi e meno che mai le proposte ben più sensate come le nostre.  Soldi che potevano esser impiegati per mille altri progetti e interventi più urgenti. Adesso, oltre a vigilare sui nuovi propositi, che speriamo mettano in soffitta una volta per tutte i vecchi progetti, seguiremo anche che la nuova collocazione del campo sportivo sia adeguata e funzionale alle necessità del suo impiego da parte della società sportiva che lo utilizza. Vi faremo sapere. Noi non abbiamo mai retrocesso sui nostri convincimenti, sulla tutela dell’ambiente, non lo faremo certamente adesso.

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Abbiamo a cuore la tua Privacy. Questo sito o gli strumenti terzi da questo sito utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ho preso visione dell'Informativa estesa (Cookie Policy) e della Privacy Policy, continuando a navigare acconsento all'uso dei cookie. Maggiori informazioni (Privacy Policy ai sensi del GDPR – Regolamento UE 2016/679)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi