sabato , 3 Dicembre 2022

COMUNICATO STAMPA: CHIEDIAMO LE DIMISSIONI DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Il presidente del Consiglio comunale rappresenta il Consiglio comunale, lo convoca e lo presiede, tutela le prerogative dei consiglieri comunali e garantisce l’esercizio effettivo delle loro funzioni, assicura il regolare funzionamento del Consiglio comunale e delle sue articolazioni.

COMUNICATO STAMPA ” PRESIDENTE LEI NON CI TUTELA “

Durante l’adunanza del Consiglio Comunale di Rosignano Marittimo, tenutasi con modalità
telematica in data 28/7/2022, nel corso della discussione di una mozione presentata dai gruppi
Movimento 5 Stelle e Rosignano nel Cuore avente come oggetto la mancata realizzazione di
una indagine epidemiologica sulle possibili relazioni tra inquinamento industriale e salute dei
cittadini, la Presidente del Consiglio, non accorgendosi di avere il microfono aperto, ha
pronunciato questa frase “Quando viene Scarascia te lo fa lui lo studio epidemiologico”.
Questo commento è rivelatore di una posizione di parte che la fa risultare incompatibile con
il suo ruolo di garanzia a tutela di tutti i Consiglieri (ma in particolare di quelli di minoranza).
La frase si sente chiaramente dalla registrazione della seduta che chiunque può facilmente
riascoltare.  (Vai alla pagina delle registrazioni video)
Alla ripresa dei lavori consiliari, in data 4/8/2022, i Consiglieri dei gruppi Fratelli d’Italia, Lega
Salvini premier, Movimento 5 stelle e Rosignano nel Cuore hanno contestato alla Presidente
del Consiglio il suo comportamento, chiedendone le dimissioni immediate.
La Presidente nonostante abbia essa stessa ribadito di essersi espressa per nome e conto
proprio ma a favore delle posizioni della maggioranza, confermando quindi l’accusa rivoltale
dalle opposizioni, ha rifiutato di dimettersi per cui i suddetti consiglieri hanno abbandonato in
segno di protesta la seduta consiliare, ritirando gli atti in discussione.
“La figura del presidente del consiglio comunale è posta a garanzia del corretto
funzionamento di detto organo e della corretta dialettica tra maggioranza e minoranza, per
cui la revoca non può essere causata che dal cattivo esercizio della funzione, in quanto ne
sia viziata la neutralità e deve essere motivata, perciò, con esclusivo riferimento a tale
parametro e non ad un rapporto di fiducia” (conforme, T.A.R. Puglia–Lecce, sent.n.528/2014,
Consigio di Stato-Sez.V, n.5605/2013, TAR Puglia-Sez.I n.38/2019)

Gruppi consiliari Fratelli d’Italia, Lega Salvini premier, Movimento 5 stelle, Rosignano nel
Cuore

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Abbiamo a cuore la tua Privacy. Questo sito o gli strumenti terzi da questo sito utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ho preso visione dell'Informativa estesa (Cookie Policy) e della Privacy Policy, continuando a navigare acconsento all'uso dei cookie. Maggiori informazioni (Privacy Policy ai sensi del GDPR – Regolamento UE 2016/679)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi