venerdì , 24 Maggio 2019

CHIAMIAMO I CITTADINI PER CAPIRE LA RIFORMA COSTITUZIONALE E DISCUTERNE INSIEME

#iodicono
“Sabato prossimo 19/11 in Piazza del Mercato alle 17.30 abbiamo organizzato un incontro aperto a tutti i cittadini per analizzare assieme gli aspetti della Riforma Costituzionale, una riforma che ci chiamerà al voto il 4 Dicembre.
Giornali e televisioni imperversano sul tema da mesi consentendo ai cittadini solamente di ascoltare, ma il miglior modo di informarsi, e chiarire dubbi, è quando c’è la possibilità di un confronto, ed è questo l’obiettivo del dibattito che abbiamo organizzato, permettere ai cittadini di valutare il vero scopo della Riforma e di poter fare domande ai relatori presenti.” dichiara Francesco Serretti, capogruppo del M5S in Consiglio Comunale, che continua: “Parteciperà al dibattito anche Chiara Gagnarli, Portavoce del M5S alla Camera dei Deputati, ma interverranno anche i portavoce regionali toscani M5S Irene Galletti ed Enrico Cantone, e Francesco Berti che avrà il compito di illustrare i dettagli tecnici della Riforma; relatori che nei diversi ruoli, istituzionali e non, permetteranno di affrontare l’argomento da diversi punti di vista. La Riforma Costituzionale nasconde pericoli che il quesito referendario non mostra, chi è indeciso, chi non ha avuto occasione di informarsi, è molto importante che lo faccia, saremo a disposizione dei cittadini.”
“Spiegheremo perchè la Riforma costituisce un mezzo per erodere la sovranità popolare, oggi i cittadini hanno la possibilità di eleggere chi li rappresenta in senato, ma se la Riforma dovesse superare il Referendum non potranno più eleggere i senatori.” afferma Mario Settino che continua: “quanto al risparmio sui costi della politica, la ragioneria generale dello Stato ci dà la cifra ufficiale: solamente 57 milioni di euro. E’ un risparmio irrisorio rispetto al bilancio dello Stato.  I tagli alla politica, possono riguardare altri ambiti (riduzione delle indennità, eliminazione dei vitalizi, riduzione reale del numero dei parlamentari alla Camera e al Senato). L’aereo di Renzi costerà ogni anno molto più del risparmio ottenuto con questa riforma. Quanto costa ogni anno lo staff del nostro Presidente del Consiglio? Molto di più dei 57 milioni di euro. Basterebbe non comprare più gli F35 per ottenere un risparmio notevole. Per capirci: non avendo accorpato il referendum sulle trivelle del 17 aprile scorso col voto per le amministrative, il Governo Renzi ha buttato via 300 milioni di euro.”
Prosegue Elisa Becherini: “la Costituzione deve unire non dividere il paese, e’ stato così nel miracolo costituente del 1948, con una Costituzione approvata quasi all’unanimità e che ha svolto un ruolo fondamentale verso i diritti e verso lo sviluppo del nostro Paese; adesso la si vuole aggredire per piegarla agli interessi di pochi, questa revisione costituzionale è stata iniziata dal Governo e portata avanti su spinta dell’esecutivo e non dal Parlamento, unico organo deputato a farlo, le modifiche della Costituzione non sono espressione della volontà del popolo. Facciamo una riflessione assieme: “cambiare” di per sé è una parola vuota, sono i contenuti a dare un valore al cambiamento, ed in questo caso i contenuti della riforma sono addirittura dannosi per il nostro futuro. Il referendum è senza quorum: significa che non ci sarà bisogno di un numero minimo di votanti per considerarne valido l’esito, per cui il nostro invito è innanzi tutto di recarsi a votare, ragionando sulla difesa della Costituzione e sul fatto che rischiamo di marciare spediti verso la perdita del diritto di voto al Senato, dopo esserne già stati privati a riguardo delle Province.”

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Abbiamo a cuore la tua Privacy. Questo sito o gli strumenti terzi da questo sito utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ho preso visione dell'Informativa estesa (Cookie Policy) e della Privacy Policy, continuando a navigare acconsento all'uso dei cookie. Maggiori informazioni (Privacy Policy ai sensi del GDPR – Regolamento UE 2016/679)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi