mercoledì , 17 Agosto 2022

M5S Contro l’Autostrada SAT Favorevole alla messa in sicurezza della variante aurelia

Domenica 26 Ottobre come M5S Rosignano abbiamo partecipato alla manifestazione unitaria NO SAT – 3 DAYcontro l’Autostrada Tirrenica,  con i nostri attivisti e consiglieri 5 Stelle Mario Settino e Francesco Serretti.
Nel ribadire NO all’intero progetto SAT, facciamo proprie le parole del Coordinamento:

COMUNICATO COORDINAMENTO MANIFESTAZIONE NO SAT:

no sat m5s Dopo avere letto, le dichiarazioni dei vari attori sul ventilato accordo Governo-SAT (Variante Aurelia finalmente con la manutenzione dovuta e gratuita, Aurelia espropriata e trasformata in autostrada a pagamento) qualcuno potrebbe pensare che il Coordinamento NO SAT gioisca per quella che potrebbe sembrare una parziale vittoria.
NON è così. Certo dà da pensare che il progetto sia uscito a due giorni dalla manifestazione unitaria NO SAT di domenica 26 ottobre che porterà a Grosseto tutti, e sottolineiamo tutti, i soggetti (Associazioni, Comitati, Coordinamenti, Partiti e Movimenti) che negli anni si sono opposti a questa “truffa legalizzata”.
NON è così perché al solito il progetto SAT non passa la verifica dei dati.
NON è accettabile a Nord di Grosseto perché SAT non costruisce niente, come si potrebbe sembrare leggendo qualche dichiarazione. La superstrada Variante Aurelia esiste già, è già un’infrastruttura che l’Europa giudica adeguata per il traffico presente e futuro, è già una superstrada a quattro corsie, con guardrail centrale, collaudata da ANAS per 110 km/ora. Ha bisogno solo di manutenzione. Perché dovrebbe farla SAT e non ANAS? Perché dobbiamo comunque darla in concessione a SAT? Chi ci garantisce per il futuro?
NON è accettabile a Sud di Grosseto, perché l’esproprio dell’Aurelia da trasformare in autostrada a pagamento è assurdo, un vero e proprio attentato alla vita e all’economia della comunità maremmana che viene privata dell’unica arteria che da 2000 anni le garantisce una mobilità pubblica e gratuita. Va resa sicura, questo sì, ma mantenendola nel pubblico.
E non è accettabile anche finanziariamente, perché, per garantire ai residenti la libertà di mobilità a cui hanno diritto, o si dà loro la gratuità (cosa che SAT non può sopportare finanziariamente, visto che rappresenterebbe un taglio del 60% del monte pedaggi) o si devono costruire a carico dello Stato delle complanari che oggi non esistono e che verrebbero a costare più dell’ammodernamento e messa in sicurezza dell’Aurelia da parte dello Stato stesso.
E questo senza considerare i contributi che lo Stato comunque elargirà, vedi i 270 milioni che sembrano scomparsi, ma che, siamo sicuri, riappariranno al momento giusto.
Ecco perché noi del Coordinamento NO SAT non gioiamo. La battaglia continua.
Va tolta la concessione a SAT su tutta la tratta, fatta la manutenzione alla Variante Aurelia, ammodernata e messa in sicurezza l’Aurelia a sud di Grosseto sino a Civitavecchia secondo il progetto ANAS 2001, rivisitandolo e modificandolo insieme ai cittadini e non contro i cittadini.
Invitiamo, perciò, ancora una volta e con più determinazione, tutti i cittadini ad intervenire e fare grande la manifestazione di domenica 26 ottobre, partecipando alle carovane che da Civitavecchia e da Livorno confluiranno a Grosseto, in piazza Dante, per dire SI’ una mobilità pubblica, sicura e gratuita.

Coordinamento territoriale NO SAT
Giardelli Ubaldo

movimento 5 stelle rosignano NO SAT

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Abbiamo a cuore la tua Privacy. Questo sito o gli strumenti terzi da questo sito utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ho preso visione dell'Informativa estesa (Cookie Policy) e della Privacy Policy, continuando a navigare acconsento all'uso dei cookie. Maggiori informazioni (Privacy Policy ai sensi del GDPR – Regolamento UE 2016/679)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi