domenica , 29 Marzo 2020

INTERROGAZIONE SUL BLOCCO DEI LAVORI ANTI-EROSIONE PER LE SPIAGGE DI VADA

Noi collochiamo il Turismo al centro della rinascita del nostro Comune, proprio per questo ci chiediamo il motivo del blocco dei lavori previsti dalla regione Toscana con il Progetto coordinato di ripascimento del litorale e la costruzione di tre pennelli antierosione, cioè di tre scogliere in massi naturali perpendicolari alla riva, situate nel tratto di mare presente tra il fosso Circolare e il Vallecorsa.

Da circa 3 settimane, a cavallo tra gennaio e febbraio 2020, i lavori sono fermi con grande preoccupazione degli operatori balneari. Siamo quindi a chiedere il motivo dell’interruzione dei lavori e le tempistiche per la realizzazione del progetto.

Con l’interrogazione, che sarà discussa nel prossimo Consiglio Comunale del 27 febbraio prossimo, ci rendiamo portavoci delle preoccupazioni dei cittadini di Vada, ma anche dei turisti che frequentano le nostre spiagge, che attendono almeno da 15 anni un intervento in grado di salvare il litorale dall’azione erosiva dell’acqua salata.

Servono riposte chiare.

Il Link all’interrogazione:
https://www.rosignano5stelle.it/wp-content/uploads/2020/02/int.-erosione.pdf

#m5s #rosignano #Vada #spiagge #erosione

2 commenti

  1. Pizzi massimo

    Non è strano questa è l’italia . Basterebbe prendere il bando dei lavori e controllare la durata degli stessi dovevano essere circa 190 giorni per la chiusura. Ma siccome le ditte non hanno penali ma incrementi di costi ,e nel loro interesse farli durare all’infinito ,esempio e piazza del popolo doveva essere finita a marzo del 2019 e tuttora non si sa quando finiscono.e il sistema dei bandi che va modificato se tu ditta non finisci nei tempi stabiliti paghi una penale per inadempienza e non il contrario .sarebbe cosi semplice non voglio essere maligno ma forse qualcuno ci guadagna? Senno che senso ha mettere in difficoltà sempre i cittadini e il comparto turistico.

    • Andrea Profeti

      Il sistema dei bandi non è sicuramente perfetto, Massimo, L’Assessore Brogi ha risposto alla nostra interrogazione con la premessa che è la regione Toscana che gestisce e coordina i lavori del ripascimento e della realizzazione dei pennelli, qualche ritardo sarebbe dovuto all’ordinanza della capitaneria di porto e al maltempo, sono state poi eseguite delle ricognizione dei fondali per verificare la presenza di ordigni bellici e reperti archeologici.

      La previsione circa i tempi di esecuzione comunicata all’Assessore è stata di 184 giorni lavorativi con interruzione durante la stagione balneare, fine lavori a Dicembre 2020.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Abbiamo a cuore la tua Privacy. Questo sito o gli strumenti terzi da questo sito utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ho preso visione dell'Informativa estesa (Cookie Policy) e della Privacy Policy, continuando a navigare acconsento all'uso dei cookie. Maggiori informazioni (Privacy Policy ai sensi del GDPR – Regolamento UE 2016/679)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi