sabato , 14 Dicembre 2019

GESTIONE PISCINA COMUNALE FALLIMENTARE: AGLI ATTI INTERPELLANZA

E’ il caso di dirlo a chiare lettere: l’Amministrazione comunale non considera la piscina comunale come un bene pubblico da mantenere efficiente, di conseguenza considera gli utenti dell’impianto cittadini da ignorare: va rimarcata l’importanza dell’attenzione verso l’attività sportiva natatoria, della libera balneazione, delle attività socialmente utili che usufruiscono della piscina comunale.

In questi anni troppe volte ci siamo resi conto come nel nostro Comune lo Sport sia inteso e gestito come un settore marginale, noi pensiamo invece che sia di assoluta centralità, uno dei punti qualificanti dal quale ripartire per rilanciare Rosignano Marittimo.

Già in passato siamo intervenuti sulla questione: ci erano state segnalate, docce fredde per mesi (parliamo dei mesi invernali), manutenzione assente o scadente, aerazione guasta frequentemente, vetri rotti e pericolanti, porte senza maniglia, muffe negli spogliatoi.

Il Concessionario, Sport Management è stato ed ha continuato ad essere inadempiente rispetto ai termini della concessione, e l’Amministrazione comunale non INTERVIENE. Sport Management è da tempo al centro di vertenze con diverse amministrazioni comunali per le quali è concessionaria di impianti sportivi, fino alle estreme conseguenze come a Cremona dove si è arrivati alla risoluzione della concessione per gravi inadempienze. Sport Management è giunta al termine del terzo anno di gestione (30 Giugno 2019), senza aver compiuto la manutenzione straordinaria prevista dalla concessione, complice, così appare, l’inerzia dell’amministrazione comunale.

Per questo motivo interveniamo con un nuovo atto, un’interpellanza con risposta scritta, con la quale chiediamo al Sindaco Donati:

-che relazioni urgentemente lo stato dell’arte di tale concessione;
-che dichiari se intenzionato a confermare la volontà di garantire che la Piscina Comunale possa rispondere alle esigenze dello sport e del sociale;
-se al fine di assicurare la piena occupazione, intenda attivarsi affinché vengano rispettati tutti gli obblighi contrattuali, prendendo in considerazione il punto 13.4 del capitolato di gara nel quale si specifica che qualora la Ditta concessionaria non risulti in regola con gli obblighi di cui sopra l’Amministrazione Comunale procederà alla risoluzione del contratto senza oneri a carico di quest’ultima specificando che l’esecuzione in danno non esclude eventuali responsabilità civili o penali della Ditta in questione.

Come sempre avremo cura di tenere informata la cittadinanza.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Abbiamo a cuore la tua Privacy. Questo sito o gli strumenti terzi da questo sito utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ho preso visione dell'Informativa estesa (Cookie Policy) e della Privacy Policy, continuando a navigare acconsento all'uso dei cookie. Maggiori informazioni (Privacy Policy ai sensi del GDPR – Regolamento UE 2016/679)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi