martedì , 9 Agosto 2022

Clausola Sociale e CROM: siano rispettati impegni e risposte sui ritardi dei pagamenti…

image
Il Movimento 5 Stelle ha presentato nei mesi scorsi, esattamente a marzo 2015, un Atto di Indirizzo per l’introduzione della Clausola Sociale nei bandi di gara indetti dall’Amministrazione; “Da allora si sono svolti ben due tavoli tecnico-politici, dove è emersa la disponibilità tecnica dell’amministrazione all’inserimento dei lavoratori socialmente svantaggiati” informa Mario Settino, che prosegue: “Abbiamo presentato una Mozione che sarà discussa nel Consiglio Comunale di giovedì 28 gennaio prossimo, nella quale chiediamo al Sindaco e alla Giunta l’impegno ad impartire una direttiva agli uffici competenti affinché la clausola sociale sia finalmente inserita nei prossimi bandi di lavori pubblici e servizi pubblici. Pensiamo sia arrivato il momento di attivare e portare a termine quanto deciso ai tavoli con l’amministrazione comunale a vantaggio dei lavoratori in difficoltà”.
“A riguardo di CROM” prosegue Elisa Becherini, “Siamo venuti a conoscenza che si registrano casi in cui non provvede a corrispondere il canone di locazione ai proprietari di abitazioni destinate all’emergenza abitativa nel nostro Comune, in alcuni casi si registrano ritardi nel pagamento ben superiori ai 6 mesi previsti dal contratto con CROM. Il motivo è il periodo di sospensione che scatta in caso di ritardo, tardivo o parziale,  nella corresponsione dei contributi per il pagamento dei canoni di locazione da parte del Comune a CROM. La situazione è paradossale, non è accettabile che a pagare le conseguenze delle ristrettezze di fondi in cui sembra trovarsi l’Amministrazione comunale siano sempre i cittadini”.
Francesco Serretti precisa inoltre “I proprietari, che con notevole senso di responsabilità, generosità, altruismo, decidono di mettere a disposizione per le emergenze abitative il proprio appartamento, stipulano un contratto con CROM che li impegna anche, in caso di mancato pagamento da parte di CROM stessa, ad astenersi da qualsiasi azione giudiziale o stragiudiziale nei confronti di CROM. La disponibilità dei cittadini viene mortificata da questi episodi, il Comune non paga i canoni a CROM, CROM non li paga al Cittadino, il Cittadino non può fare nulla per rivalersi su CROM. Questo sistema ci sembra porti al venir meno della disponibilità dei proprietari di appartamento verso l’emergenza abitativa, nella situazione sociale di grave crisi che stiamo vivendo è evidente a tutti che ciò non deve avvenire. Perciò chiediamo, con una ulteriore Mozione, già agli atti del prossimo Consiglio Comunale, che venga istituita urgentemente una commissione con la presenza dell’assessore competente per tutti i chiarimenti del caso”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Abbiamo a cuore la tua Privacy. Questo sito o gli strumenti terzi da questo sito utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ho preso visione dell'Informativa estesa (Cookie Policy) e della Privacy Policy, continuando a navigare acconsento all'uso dei cookie. Maggiori informazioni (Privacy Policy ai sensi del GDPR – Regolamento UE 2016/679)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi