lunedì , 8 Agosto 2022

CONSIGLIO COMUNALE A ‪ROSIGNANO‬: ACCADE DI TUTTO

Durante il Consiglio Comunale che si è svolto il 29 giugno scorso, sono accaduti fatti che hanno mostrato, con chiarezza, come il dibattimento sia stato all’insegna dell’improvvisazione, del nervosismo, della forzatura delle regole; Il Sindaco ha chiesto di esprimere una dichiarazione di voto, sono seguiti i legittimi interventi delle opposizioni, che sostenevano come la richiesta non fosse corretta, ed il Sindaco ha lasciato la sala indispettito; invitiamo i cittadini a riflettere: Il Sindaco può votare in consiglio, ma come può esprimere una dichiarazione di voto che è appannaggio dei consiglieri comunali in quanto facenti parte di un gruppo politico? Un Sindaco non appartiene, all’interno del Consiglio Comunale, a nessun gruppo politico.

Il Consiglio è proseguito poi regolarmente, fino a quando si è registrato il tragicomico epilogo dell’uscita dalla sala dei consiglieri della maggioranza e degli assessori su richiesta del capogruppo PD Agostini, con il Presidente del Consiglio Giovani ed il Segretario generale Castallo incerti ed impreparati sulla gestione di quanto stava accadendo.
Si tratta di un fatto comico, Il Consiglio Comunale ha infatti figure atte a garantire il dibattimento, la maggioranza possiede un numero di consiglieri che consente da solo di far passare o respingere delibere, mozioni, ecc.., pertanto è difficile immaginare che le sia impedito alcunché, il Sindaco ha ampi spazi nei dibattimenti più di ogni componente, arrivare a pretendere di invadere le dichiarazioni di voto appare inutile quanto esagerato.

Ci preme evidenziare però il lato assai grave dell’accaduto, il capogruppo PD e tutti i consiglieri di maggioranza uscendo hanno fatto mancare deliberatamente il numero legale per poter proseguire i lavori, impedendo la discussione, rimandando ancora una volta mozioni interrogazioni ed interpellanze che riguardano direttamente i cittadini, che sono da molte settimane in attesa di essere discusse, con temi anche di urgenza. Come M5S avevamo all’ordine del giorno una proposta per una mobilità sostenibile, mozioni sull”incidente Ecomar, Sul Rigassificatore, sull’abolizione del pedaggio del casello di vada, la riduzione degli sprechi alimentari nelle mense scolastiche, sul decoro urbano di Via Ippolito Nievo.

Tutto rimandato, per i consiglieri PD, con il loro capogruppo in testa, è più importante dare spazio al Sindaco (vi pare credibile affermare che gli manchi?) piuttosto che ai problemi del territorio e dei cittadini, verso i quali hanno mostrato un grave disinteresse.

Ci auguriamo che sia stato un temporaneo sbandamento e che ritorni quanto prima la lucidità a tutti coloro che si sono resi responsabili di questo poco edificante atto. Vogliamo ricordare che la politica deve essere un servizio per i cittadini, ed i cittadini non possono sottostare al servizio dei comodi e delle bizze della politica. Noi non lo accettiamo.

‪#‎RobadaPD‬ ‪#‎PrimaLoroPoiNoiCittadini‬
Attivisti e Consiglieri del Movimento 5 Stelle Rosignano Elisa Becherini Mario Settino Serretti Francesco

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Abbiamo a cuore la tua Privacy. Questo sito o gli strumenti terzi da questo sito utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ho preso visione dell'Informativa estesa (Cookie Policy) e della Privacy Policy, continuando a navigare acconsento all'uso dei cookie. Maggiori informazioni (Privacy Policy ai sensi del GDPR – Regolamento UE 2016/679)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi