sabato , 7 Dicembre 2019

Abolizione del pedaggio del casello a #Rosignano: il PD ritira la mozione, la presentiamo noi garantendo che verrà discussa

“Nel Consiglio Comunale dello scorso 30 maggio, era previsto, all’Ordine del Giorno, la Mozione presentata dai Consiglieri Taddeucci Lorenzo e Agostini Luca (PD) ad oggetto “Eliminazione della barriera con pedaggio a Rosignano” ricorda Mario Settino “Al momento della discussione,  i due consiglieri erano assenti. Così, la Presidente del Consiglio Giovani ha comunicato il ritiro della mozione per assenza del proponente. L’atto però poteva essere benissimo letto da uno degli altri consiglieri e poi votato, questa decisione appare davvero inspiegabile. Il gruppo di maggioranza, senza il capogruppo Agostini, non è quindi capace di portare avanti un atto da loro stessi presentato?”.

“Stiamo parlando di un pedaggio che, alla luce della certezza dello stop al proseguimento dell’Autostrada Tirrenica, non ha più senso di essere imposto, ma che per anni ha gravato sul turismo, sui non residenti ed anche sui residenti del Comune di Rosignano Marittimo, costretti al pagamento del canone telepass se non al pedaggio stesso” prosegue Elisa Becherini, “il motivo per cui il PD non ha voluto discuterlo potendo farlo è oscuro”, ma la sensazione è quella di una vera beffa verso i cittadini, che giustamente non ritengono secondario continuare a pagare. Rimaniamo davvero perplessi che nel gruppo di maggioranza sembri contare più l’assenza del capogruppo che le numerose proteste e richieste dei cittadini”

“Per questo abbiamo messo agli atti una nostra Mozione“ informa Francesco Serretti, “impegnando il Sindaco e la Giunta ad attivarsi urgentemente verso il Ministero dei Trasporti, Regione Toscana e la Società Autostrada Tirrenica S.p.A. ad avanzare la richiesta di eliminazione della barriera con pedaggio di Rosignano. Noi garantiamo ai cittadini che la nostra richiesta sarà discussa, la nostra opinione in tal senso è sempre stata chiara, fin dal 2014 abbiamo sostenuto l’assurdità di tale progetto e chiesto la messa in sicurezza dell’Aurelia. I fatti ci hanno dato ragione, la Commissione UE ha deferito l’Italia davanti alla Corte di giustizia per la proroga di 18 anni della concessione senza bando di gara alla Società Autostrada Tirrenica per la Civitavecchia-Livorno, lungo la costa toscana in tutti questi anni sono stati costruiti la miseria di 40 chilometri da Collesalvetti a Cecina nord. Chi pagherà adesso per questi errori? I cittadini, come al solito”. 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Abbiamo a cuore la tua Privacy. Questo sito o gli strumenti terzi da questo sito utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ho preso visione dell'Informativa estesa (Cookie Policy) e della Privacy Policy, continuando a navigare acconsento all'uso dei cookie. Maggiori informazioni (Privacy Policy ai sensi del GDPR – Regolamento UE 2016/679)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi