lunedì , 8 Agosto 2022

A sostegno dei Cittadini in difesa del Teatro L’Ordigno di Vada

Apprendiamo che Il Comune di Rosignano ha disposto la chiusura delle attività del Teatro l’Ordigno, in particolare l’intera programmazione degli spettacoli prevista, escluso tutte le attività che non costituiscono pubblico spettacolo.

Il Comune di Rosignano giustifica il provvedimento con la mancata proroga del Regolamento per la semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione degli incendi, che era stata promessa nei mesi scorsi dal Governo Nazionale, e che a causa dei limiti imposti dal Patto di stabilità non è ancora stato possibile effettuare gli interventi previsti per l’adeguamento del Teatro Ordigno, nonostante il progetto sia già approvato.

Il Progetto però, secondo quanto riferito dall’Assessore Nocchi, sembra abbia problemi di copertura finanziaria, pertanto la chiusura potrebbe essere anche più lunga di quanto ipotizzato dall’amministrazione.

La programmazione spettacoli è frutto di ore di lavoro, talvolta anche gratuito, ed era stata fatta da Giugno, pertanto chiudere ora significa intervenire tardivamente vanificando il lavoro fatto, il teatro rappresenta attualmente a Vada l’unico centro di ritrovo per i giovani, ogni chiusura anche temporanea rappresenta un danno per i cittadini e la frazione.

Come M5S abbiamo spesso riscontrato la mancanza di capacità di programmazione ed organizzazione dell’amministrazione comunale, che spesso sembra faticare ad intervenire sui problemi di Rosignano, evidenziando una scarsa attenzione al territorio ed i cittadini, a cui non viene data la giusta priorità.

La mancanza di organizzazione la viviamo anche in Consiglio Comunale, con documenti consegnati ai consiglieri di opposizione pochi giorni prima della discussione delle delibere, impedendo di fatto una approfondita analisi delle stesse.

Il Sindaco Franchi nel programma con il quale ha chiesto i voti dei cittadini, dichiara che la cultura deve essere al primo posto, ma i fatti dimostrano il contrario: dopo la chiusura a tempo indeterminato del Museo Archeologico di Marittimo, la limitata utilizzazione del Centro Nautico, adesso si chiude il Teatro a Vada. Sopravvive solo Armunia, nonostante il debito di 600.000 euro, la cultura deve essere solo Armunia???

Oggi alle 16.30 c’è una manifestazione davanti all’Ordigno di Vada, invitiamo tutti i cittadini a partecipare, i problemi di una frazione sono i problemi di tutte le frazioni.

Il M5S è un movimento composto da cittadini, come tali anche noi saremo a Vada a chiedere maggiori informazioni all’amministrazione, a capire, condividere, diffondere le giuste richieste che evidenziano un malessere al quale deve essere data risposta…

Gli Attivisti e Consiglieri del Movimento 5 Stelle Rosignano Marittimo Storico Certificato Elisa Becherini, Mario Settino e Francesco Serretti.

‪#‎M5SRosignano‬

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Abbiamo a cuore la tua Privacy. Questo sito o gli strumenti terzi da questo sito utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ho preso visione dell'Informativa estesa (Cookie Policy) e della Privacy Policy, continuando a navigare acconsento all'uso dei cookie. Maggiori informazioni (Privacy Policy ai sensi del GDPR – Regolamento UE 2016/679)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi