venerdì , 18 agosto 2017

SCAPIGLIATO DISCARICA ETERNA PAGHIAMO IL 52% IN PIÙ’ DELLA MEDIA NAZIONALE, RACCOLTA DIFFERENZIATA E’ UN MIRAGGIO

-La chiamano “La fabbrica del futuro” ma nonostante un investimento previsto che supererà 92 milioni di euro in 15 anni la discarica continuerà ad essere tale senza vantaggi effettivi per i cittadini e nemmeno una diversa#gestione della raccolta rifiuti.

Non s’intravede infatti nessuna prospettiva che possa far immaginare una riduzione dei rifiuti né azioni che inducano a pensare di poterli trasformare in materiale da ricondizionare e distribuire in forme utili alla comunità, nemmeno l’ombra di una diversa modalità di raccolta dei rifiuti con un sistema “porta a porta”, quindi neanche la possibilità di applicare la tariffa puntuale, cioè il pagamento #effettivo dei rifiuti effettivamente prodotti.

In pratica nel nuovo progetto che riguarda il futuro della discarica nulla di veramente concreto che recepisca le direttiveeuropee, nulla che faccia intuire un realecambiamento di strategia verso il problema dei rifiuti, meno che mai un’ipotesi di chiusura e di termine della discarica.– E’ il giudizio di FrancescoSerretti, capogruppo del M5S a Rosignano Marittimo.

-L’analisi del Progetto conferma un disinteresseassoluto ed un incompetenzagestionale da parte dell’Amministrazione comunale su questo importante argomento, appare chiaro però la conseguenza per noi cittadini delle scelte compiute, cioè il pagamento alla Regione della cosiddetta “ecotassa” per non aver raggiunto la percentuale minima di raccolta differenziata, soldi di tutti noi gettati via per il terzo anno consecutivo.

Una doppia beffa, se si considera che il Piano dei Rifiuti redatto dall’Ato Toscana Costa descrive l’area di Rosignano – Cecina come “altamente idonea” alla raccolta dei rifiuti mediante il porta a porta”.

Infine, risulta evidente che non è prevista nessuna riduzione della tariffa sulla spazzatura che i 32.000 abitanti di Rosignano pagano, con un costo medio pro-capite pari a circa 256 €/anno, contro la media nazionale di 168 €/anno per abitante (Rapporto ISPRA 2016). Quindi una tariffa superiore alla media italiana del 52%! Un servizio di smaltimento dei rifiuti che può essere purtroppo definito tra i meno efficienti ed efficaci a livello nazionale.- Informa Elisa Becherini

-Per il futuro serve dare una svolta immediata sul tema dei Rifiuti, noi siamo certi però, con grande preoccupazione, che l’amministrazione non abbia nessuna intenzione di attuarla.

Serve fermare il Progetto presentato in Regione, e ridiscuterlo anche con un processo realmente partecipativo con i cittadini, e non di sola presentazione come è stato fatto. Attualmente il nuovo progetto della discarica è sottoposto a VIA (Valutazione impatto ambientale) da parte della Regione Toscana. Tutta la documentazione è visionabile sul sito web della Regione www.regione.toscana.it/via, allo scopo di poter consentire a tutti, cittadini compresi, di presentare delle osservazioni in merito, evidenziandone le eventuali criticità. Per far sì che arrivino in Regione più contenuti possibili incoraggiamo ed invitiamo i cittadini a farsi promotori in prima persona di ogni istanza in tal senso entro il 18 maggio, affinché si possa andare veramente verso una gestione sostenibile dei rifiuti a Rosignano.- Conclude Mario Settino

Rispondi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi