mercoledì , 15 agosto 2018

RIPASCIMENTO SPIAGGIA LIBERA DEL QUERCETANO: SARANNO I CITTADINI A DIMISSIONARE L’ASSESSORE NOCCHI


Una vicenda grottesca che conferma l’inconsistente attenzione dell’amministrazione verso il turismo e uno sviluppo concreto del settore terziario. Intervento messo in opera per proteggere l’erosione delle tubazioni delle fognature. Dove e cosa scaricano? Risposte evasive e mai chiarite.

Con la vicenda del ripascimento della spiaggia libera del Quercetano si sta consumando il peggior esempio d’incapacità programmatica di questa amministrazione, eseguito principalmente perché la copertura di cemento delle tubature delle fogne poteva danneggiarsi per l’erosione, lo hanno dichiarato sia l’assessore Nocchi che il sindaco nella seduta del consiglio comunale del 26/4/2018″ 
“se è vero che esiste una tempistica di permessi e un iter burocratico lungo per arrivare alla realizzazione dell’intervento, questo non può essere la scusante per averlo eseguito in piena stagione turistica. Una follia. Le scuse diffuse a mezzo stampa dall’assessore Nocchi sono pertanto inascoltabili e un tentativo maldestro di scaricare le proprie responsabilità nella gestione totalmente fallimentare del ripascimento. Chi amministra sa bene quale sono gli iter burocratici (e relative tempistiche) per arrivare all’esecuzione dei lavori. Oltretutto non è la prima volta che questo tipo d’intervento è stato eseguito, motivo in più per affermare con certezza che i disagi dei turisti potevano essere evitati ma anche che lo sconcerto e la rabbia di quest’ultimi sono pienamente giustificati. Ciò che è accaduto è un danno d’immagine gravissimo per Castiglioncello che non può essere liquidato con una nota stampa sui giornali perché denota una disattenzione pressoché totale verso cittadini, residenti, turisti e operatori commerciali e turistici che pagano le tasse, lavorano e  soggiornano nella nostra località balneare per poi trovarsi davanti uno scempio di tale portata.Questo intervento poi è stato programmato più dalla necessità di coprire le tubazioni delle fognature che solo per le esigenze di ripascimento della spiaggia, anche se è ben evidente la sua erosione. Il sindaco e l’assessore dovrebbero dire a noi cittadini quali richieste hanno fatto alla Regione affinché si cerchi e attui una soluzione che non sia solo una toppa. Altrimenti, il problema è solo rimandato.    

Ma vogliamo poi parlare dei disagi provocati dai lavori d’adeguamento della via Aurelia sospesi solo dopo la protesta dei commercianti con il risultato di lasciare la strada di maggiore comunicazione smembrata a metà? Difficile concentrare tanta inadeguatezza nel saper gestire una programmazione seria e rispettosa delle necessità della popolazione che purtroppo testimonia il fallimento del tanto osannato, quanto inconsistente nella sua esecuzione,

sviluppo multipolare del nostro territorio, proprio partendo dal turismo (ma non solo) che avrebbe dovuto creare i presupposti per un florido settore terziario. 
Ancora una volta, l’ennesima occasione persa per rilanciare il turismo che per noi  è una priorità e non un “eventualità” come dimostra di considerarlo, invece, l’amministrazione comunale. Una vergogna che non si cancellerà con la “nuova e bella spiaggia” come afferma ancora l’assessore Nocchi sulla stampa e che vanifica ogni sforzo fatto dagli operatori commerciali e turistici di fare un’attività turistica seria, accogliente e di qualità. 
Il turismo, bistrattato e ridotto d’importanza da questa giunta, deve rinascere, per noi è un perno centrale del rilancio economico del nostro Comune, non solo delle frazioni della costa ma anche delle frazioni collinari. All’assessore diciamo che la nostra pazienza è finita, è tempo di cambiare le cose, i cittadini lo ricorderanno al momento opportuno ne stia sicuro e saranno loro a dimissionarlo. 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Abbiamo a cuore la tua Privacy. Questo sito o gli strumenti terzi da questo sito utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ho preso visione dell'Informativa estesa (Cookie Policy) e della Privacy Policy, continuando a navigare acconsento all'uso dei cookie. Maggiori informazioni (Privacy Policy ai sensi del GDPR – Regolamento UE 2016/679)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi