venerdì , 20 ottobre 2017

#DEGRADO TOUR: COSA ABBIAMO VISTO NELLA ZONA INDUSTRIALE DELLE MORELLINE

Abbiamo verificato con i nostri occhi come molte aree della zona industriale delle Morelline siano in uno stato di abbandono ed incuria, e presentino vari punti dove è possibile trovare rifiuti abbandonati, mini discariche abusive. Quella di oggi non è una manifestazione di accusa ma un modo per riunire cittadini su alcuni problemi verso quale chiedere la massima attenzione: l’abbandono di rifiuti ed il degrado urbano,  non devono essere più sottovalutati.

Questi rifiuti sono abbandonati da molto tempo, significa che manca un controllo del territorio, che di fatto favorisce questi comportamenti illeciti e inaccettabili. Non è un fenomeno nuovo a Rosignano, oggi ne parliamo con riferimento alla zona industriale delle Morelline, ma è un problema cronico generalizzato in molte aree nel nostro comune, presente in tutte le frazioni.

Vogliamo essere chiari, e ricordare ancora una volta che disseminare rifiuti abbandonandoli è un’azione compiuta contro tutta la cittadinanza, che va a pesare sulle tasche di tutta la collettività, poiché ogni intervento di pulizia comporta costi per le casse comunali con un aggravio per tutti i cittadini.

Chiediamo che il Sindaco si attivi per quanto in suo potere per rimuovere i rifiuti, in modo da ripulire l’area delle Morelline, ma visto che questi fenomeni di abbandono dei rifiuti si ripetono anche in altre parti del territorio, pensiamo sia il caso di prendere in considerazione l’intensificazione dei controlli, attivando polizia Municipale e Provinciale, concretizzare un miglioramento nella raccolta dei rifiuti, come anche un’esplicita segnalazione tramite avvisi del divieto di abbandono rifiuti, di cui l’intera area industriale ed artigianale delle Morelline sembra sprovvista. Occorre fare anche “formazione” verso la cittadinanza, per aumentare la consapevolezza verso queste azioni incivili, che vanno a danno di tutti, coinvolgendo ogni spazio sociale attivo, associazioni, comitati di cittadini, pro loco, forze politiche, per avviare una campagna efficace di conoscenza del fenomeno e di cosa è possibile fare per arginarlo.

Maggiore sorveglianza e controllo mirato per contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, maggiore informazione per aumentare la consapevolezza verso il rispetto del bene comune, sono alcune spunti che indirizziamo costruttivamente al Sindaco di Rosignano, Il Movimento 5 Stelle è sempre stato attivo su questo tema, come la maggioranza dei cittadini, che spesso segnalano sui social network e a mezzo stampa situazioni in cui l’abbandono indiscriminato di rifiuti di varia natura si fa protagonista, non resta che convogliare la sensibilità e l’attenzione di tanti verso una serie di azioni concrete per fermare questo fenomeno e diminuirne l’entità, un fronte in cui tutti dobbiamo unirci.

Ma l’altro tema che pensiamo sia utile portare al centro dell’attenzione di tutti è quello del diffuso degrado urbano, che va oltre i rifiuti abbandonati: abbiamo verificato nella zona industriale delle Morelline uno stato generale di degrado ed incuria, questo non imputabile certo ai cittadini ma piuttosto a delle evidente carenze di attenzione e capacità di manutenzione da parte dell’amministrazione comunale.

E’ noto a tutti come il degrado sia elemento che favorisca l’aumento e lo sviluppo di atti vandalici e poco rispettosi dei beni e spazi comuni, Le Morelline poi sono l’area dove si concentra l’attività della piccola industria e dell’artigianato, se l’area viene tenuta in condizioni di degrado, quale vetrina fornisce a chi vi lavora ed investe? L’area industriale è anche via di accesso al centro di Solvay e chiunque passi ha un’immagine molto negativa. Il degrado urbano è tema che si collega al mantenimento generalizzato di strade, piazze, parchi gioco, arredi urbani ecc… e lo ritroviamo a pieno titolo anche qui nella zona industriale, l’emblema è la piazza a metà di via dell’Industria, completamente ricoperta di rovi e vegetazione, con i lampioni guasti, un’area completamente inaccessibile tale è lo sviluppo della vegetazione, un’area pensata per la fruizione delle persone e che  nello stato in cui è ridotta è inutilizzabile.

Lo stato di degrado ed incuria che si evidenza in più aree del territorio certifica come il denaro pubblico sia male impiegato, si realizzano aree pubbliche per poi lasciarle senza manutenzione, ripristinarle costa più che manutenerle.

Nel settembre scorso fu la protesta per come erano tenute le piste ciclabili, ai confini dell’impraticabilità, a far apparire la zona delle Morelline in cronaca sui quotidiani locali, ma ricordiamo anche che  nel 2012 e nel 2013 la zona delle Morelline è stata interessata da un piano di riqualificazione con investimenti di circa due milioni e mezzo di euro, di cui oltre un milione da parte della Regione, e chiunque può verificare come ad oggi non vi sia traccia alcuna dell’ingente denaro pubblico speso tanto è lo stato di degrado.

La nostra opinione in merito è chiara: abbandono dei rifiuti e degrado non possono essere sopportati oltre dai cittadini, Sindaco Franchi.

I Consiglieri Comunale del M5S

Francesco Serretti  Mario Settino Elisa Becherini

Rispondi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi